//
Archivi

EC

Giornalista pubblicista, bibliotecaria, web content editor, video-maker. Argomenti: diritto alla salute e salute riproduttiva, contrasto alla violenza di genere, studi di genere, cittadinanza attiva Instagram: @Eleonora_Cir
EC ha scritto 50 articoli per Un'inchiesta sull'aborto

“Io rimbalzata da un consultorio nelle Marche, ci ho messo un mese per riuscire ad abortire. Per dissuadermi mi hanno dato opuscoli religiosi”

È assurdo che da quando ho fatto il test di gravidanza all’intervento sia passato un mese e che pur essendo partita in anticipo io debba essere stata costretta ad abortire al limite della nona settimana”. La testimonianza, raccolta da ilfattoquotidiano.it, arriva dalle Marche e denuncia le difficoltà vissute da una coppia tra Pesaro e Rimini. … Continua a leggere

Aborto farmacologico in day hospital o consultori, le Regioni ancora in ordine sparso: il modello dell’Asl ligure, i casi di Emilia e Toscana

Dopo che la Corte suprema Usa ha cancellato il diritto all’aborto, anche in Europasi è riaperto il dibattito sulle poche tutele per una conquista che è tutt’altro che acquisita. In Italia, dove il tasso di obiettori di coscienza tra i medici rimane alto, si guarda con attenzione all’attuazione delle linee di indirizzo ministeriali per l’aborto farmacologico in day hospital o in … Continua a leggere

Aborto, le iniziative di solidarietà sul web (e non solo) per aiutare le donne in Italia. E garantire il diritto all’Ivg oltre obiezione e ostacoli

Da Women on Web alle attiviste di Greta fino al mutualismo di Obiezione respinta e del gruppo Telegram “Ivg-Spazio alle donne”: fioriscono anche nel nostro Paese, iniziative mutualistiche che costruiscono relazioni di solidarietà e tolgono dall’isolamento. E restituiscono vitalità ad una parola dal sapore antico: self-help In Italia l’interruzione volontaria è legale, ma non sempre facile … Continua a leggere

Gravidanze non pianificate, la crisi trascurata: “Violenze, lacune nella salute sessuale e contraccezione inadatta. Fallimento globale nella tutela dei diritti delle donne”

Lo denuncia il più recente Rapporto sullo stato della popolazione nel mondo curato dal Fondo delle Nazioni Unite per la popolazione (UNFPA). In Italia viene tradotto da Aidos, la presidente Panunzi: “I dati permettono di studiare azioni politiche volte al miglioramento dell’accesso alla salute per le donne anche nel nostro Paese” La metà circa di … Continua a leggere

Giornata dell’aborto sicuro: l’Italia in ritardo su quello farmacologico. La somministrazione in ambulatori e consultori? (Quasi) mai attivata

Ad agosto 2020 il ministero della Salute ha diffuso le nuove linee guida che di fatto hanno eliminato l’obbligo di ricovero e autorizzato la somministrazione al di fuori degli ospedali. Ma ad aver applicato le nuove raccomandazioni sono pochissime Regioni. E non senza difficoltà: mancano personale, competenze e un maggiore uso della telemedicina È passato … Continua a leggere

Certificato per l’interruzione volontaria di gravidanza: un gruppo di medici organizza videoconsulti per “aggirare” ritardi e obiettori

Se necessario, il medico può indicare sul documento che l’intervento abortivo deve essere effettuato con urgenza, evitando così alla donna di aspettare 7 giorni prima di rivolgersi in ospedale – sempre in base alla legge 194. Per qualsiasi informazione è possibile scrivere a prochoice.rica@gmail.com Per abortire entro i primi 90 giorni è necessario che un medico attesti … Continua a leggere

“L’assistenza per l’aborto sia affidata anche alle ostetriche come in Francia e Inghilterra. Così più servizi per le donne e meno attese”

La petizione “Aborto: le ostetriche per le donne” è stata sottoscritta anche da ginecologhe e ginecologi e ha suscitato un acceso dibattito tra favorevoli e contrarie. L’ordine: “La Federazione da tempo sta perseguendo l’obiettivo della revisione dell’attuale percorso formativo che consenta alle ostetriche di rispondere con competenza anche a nuovi bisogni assistenziali della donna” In … Continua a leggere

Aborto, in Polonia le femministe seguono il modello Argentina e lanciano una legge di iniziativa popolare per la legalizzazione

L’annuncio di Marta Lempart, della Womens’s Strike (Strajk Kobiet): “Proveremo tutte le volte che sarà necessario. In Argentina ci sono voluti 15 anni e 9 tentativi. Andremo fino in fondo, useremo la loro esperienza, formeremo coalizioni, useremo ogni strada per arrivarci” “Aborto legale. Nessun compromesso” è il nome della proposta di legge di iniziativa popolare sostenuta da … Continua a leggere

Polonia, le voci delle donne in piazza contro la legge che vieta l’aborto: così la loro lotta è diventata simbolo di libertà

Oggi a Varsavia la presenza di patologie fetali anche gravi e incompatibili con la vita non è un motivo valido per interrompere una gravidanza. Marta Lempart, ideatrice del movimento Women’s Strike, spiega al fatto.it che la stampa allineata con il governo lavora di continuo per gettare discredito sulle militanti più in vista. Ma la protesta … Continua a leggere

Aborto farmacologico, perché le nuove linee guida non bastano per renderlo accessibile: chi si oppone e dove si sono già adeguati

Se il limite per la somministrazione, che viene spostato dalla settima alla nona settimana dall’inizio della gestazione, è cogente, sulla deospedalizzazione l’intervento delle Regioni è fondamentale. E se Toscana, Emilia e Lazio vanno nella direzione indicata, Umbria e Piemonte non hanno intenzione di adeguarsi. Necessario anche aggiungere una voce di spesa nel nomenclatore tariffario regionale … Continua a leggere

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Diritti d’autore

I materiali del sito sono rilasciati sotto licenza Creative commons 3.0 – non commerciale – condividi allo stesso modo.